PERCHÉ DUBAI

A fine 2013 esistevano a Dubai ben 27 zone franche attive  (free zone) dove le aziende straniere possono costituire una società senza dover condividere la gestione con un partner locale, e questo dà la dimensione dell’interesse di Dubai a far sì che gli operatori esteri possano vendere, rappresentare, esportare.

Inoltre Dubai rappresenta un ottimo punto di partenza per aggredire altre due aree geografiche in forte espansione: INDIA (oggi il maggior esportatore verso U.A.E. Emirati Arabi Uniti) e AFRICA SUB-SAHARIANA.

Romiri Consulting opera sui mercati medio-orientali per incentivare le esportazioni dei prodotti Made in Italy.

Operare nel Middle East richiede un’intensa attività di relazioni e una modalità diversa di approccio ai clienti. La presenza in loco di una propria struttura, anche se condivisa con altri, è fondamentale per concludere affari. La corrispondenza intercorsa da casa, la visita periodica, la partecipazione ad una fiera, non seguite da un costante contatto diretto con il cliente, risultano alla lunga uno spreco di risorse.

Romiri Consulting ha pertanto deciso di operare sui mercati medio-orientali con un proprio Ufficio di Rappresentanza, denominato Romiri S.r.l. (JLT Branch), per creare opportunità per i prodotti del Made in Italy. In particolare l’attività si concentra nelle seguenti aree: Qatar, Bahrein, Kuwait, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti (U.A.E.), Oman, Iraq, Iran, Kurdistan.