NEWS

Iran, dopo l’embargo la corsa verso la modernità

Posted by on gen 12, 2016 in News | 0 comments

Grazie alle recenti aperture politiche e al disgelo con gli Stati Uniti, l’Iran appare un paese in trasformazione che, nonostante le sempre maggiori tensioni tra sunniti e sciiti e l’attenzione internazionale che il Medio Oriente suscita per ciò che riguarda i diritti umani, non sembra arrestare la propria corsa verso la modernità.

L’imminente fine delle sanzioni internazionali, che hanno escluso per lungo tempo l’Iran dai circuiti finanziari, fanno quindi presagire numerose opportunità di business per l’ Italia, che già in passato ha stretto legami commerciali di rilievo con l’area iraniana.

Dal punto di vista economico, l’Iran costituisce la porta d’accesso per paesi come la Russia, l’India, la Cina e i paesi satelliti ex sovietici, che offrono un mercato molto prezioso per l’Italia. Inoltre, sono in forte sviluppo in Iran settori come la siderurgia, l’edilizia e la metalmeccanica che potrebbero portare ad un importante sbocco per il mercato italiano.

Già a fine novembre 2015 il Business Forum Italia-Iran, organizzato dai ministeri degli Esteri e dello Sviluppo economico, ha portato a Teheran circa 200 imprese, 20 associazioni imprenditoriali e 12 gruppi bancari; segnale positivo questo della volontà tra i due paesi di intraprendere rapporti commerciali.

Si attendono ora i primi mesi del 2016, cruciali per la cosidetta “svolta iraniana”.

Per approfondire l’argomento vi consigliamo di leggere l’articolo di Fabrizio Cassinelli pubblicato su ANSA Magazine il 12 gennaio 2016: Iran, un paese in corsa verso la modernità

 

A Dubai il primo ufficio 3D

Posted by on ago 3, 2015 in News | 0 comments

Lo United Arab National Innovation Committee vuole trasformare gli Emirati Arabi Uniti, e in particolar modo Dubai, in uno dei centri tecnologicamente più avanzati al mondo per quanto riguarda design e architettura. Per far ciò saranno realizzati progetti innovativi come quello commissionatogli dal WinSun Global, che mira alla realizzazione del primo ufficio stampato in 3D.

Grazie ad una stampante 3D alta 6 metri, saranno realizzati non solo la struttura portante esterna, ma anche l’intero arredamento.  L’edificio occuperà un’area di 185 metri quadri e sorgerà nel centro di Dubai.

Il tempo di realizzazione previsto è di un paio di settimane, ma il vero vantaggio di quest’opera è la riduzione dei costi stimata tra il 60% e 80% e quella dei rifiuti prodotti, tra il 30% e 60%.

Questo importante progetto rappresenterà il punto di partenza per ridefinire i processi di fabbricazione e di design, sarà la testimonianza tangibile dell’efficienza e della innovazione della stampa in 3D.

Maxi-commessa in Arabia Saudita per un’azienda friulana

Posted by on giu 16, 2015 in News | 0 comments

Ancora una volta l’eccellenza italiana si trasferisce all’estero, precisamente in Arabia Saudita, dove un’ azienda italiana ha predominato nell’ acquisizione di una importante commessa multimilionaria.
Stiamo parlando della Pilosio, un’azienda friulana che produce ponteggi e casseforme.
L’azienda, che ha vinto l’appalto da 30 milioni di euro, parteciperà con le sue strutture provvisionali alla realizzazione del progetto monumentale di ampliamento della moschea del Profeta a Medina; questa commessa riguarda solo la prima fase del progetto, che avrà uno sviluppo importante almeno fino al 2020.
Fino al 2010, complice la crisi economica e la mancanza di risorse, la Pilosio era a rischio fallimento, tanto che i suoi dipendenti erano in cassa integrazione. Dal 2011 in poi, grazie alle strategie del nuovo amministratore delegato Dario Roustayan, l’azienda è riuscita a reagire crescendo del 30% l’anno e proiettandosi sempre più verso i mercati esteri delle aree extra Ue, che le è valso oggi il 90% del fatturato.

Arabia Saudita: cambio di vertice inaspettato

Posted by on apr 30, 2015 in News | 0 comments

Il re saudita Salman ha sollevato dall’incarico il principe ereditario Mukrin, 69 anni, con salute precaria, sostituendolo con  una figura chiave, Mohamed bin Nayef, 55 anni, attuale ministro dell’Interno. Vice principe ereditario sarà invece Mohamed bin Salman, 30 anni, figlio del re, responsabile della Difesa. L’altra nomina significativa riguarda la guida della diplomazia. Il ministro degli Esteri Saud al Faysal, in carica da decenni, deve lasciare la poltrona all’attuale ambasciatore negli Usa Adel al Jubeir. Il rimpasto deciso dal sovrano coincide con un momento delicato per il regno impegnato su tre fronti caldi: Iran, Yemen e scontro sunniti-sciiti.

Per saperne di più vi invitiamo a leggere l’articolo di Francesco Battistini, pubblicato sul Corriere della Sera del 30 aprile 2015: Scossone al vertice dell’Arabia Saudita. I nuovi eredi del re.

Expo 2015: alcune curiosità in attesa dell’ apertura a Milano

Posted by on apr 28, 2015 in News | 0 comments

 

Tra pochi giorni partirà l’avventura dell’Expo 2015 che si terrà a Milano.  Tema della manifestazione è “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Ogni pese che parteciperà, seguendo i principi delle proprie culture e tradizioni,  proporrà soluzioni per le grandi problematiche legate all’ alimentazione, cibo, sostenibilità e natura. Vedremo quindi Lo spazio espositivo dell’Expo  trasformarsi in un mosaico culturale dove tradizione e innovazione, scienza e sostenibilità andranno di pari passo

Sono 20 milioni i visitatori attesi a questo evento, di cui un terzo sarà proveniente dall’ estero, che si districheranno tra i vari padiglioni espositivi, che suscitano molta curiosità ed aspettative.

Ma vediamo quali potrebbero suscitare maggior interesse:

Il padiglione italiano avrà come centro il vivaio, come metafora di uno spazio che sostiene progetti e talenti a ‘fiorire’. L’albero, simbolo di vita, che con le sue radici collega tra loro le diverse zone, rappresentate dalle nostre regioni.

Il padiglione degli Emirati Arabi Uniti, nostri successori per l’Expo 2020, che in quasi 4000 mq di spazi promettono di far rivivere il sinuoso paesaggio delle dune del deserto.  Progettato da  Foster & Partners, il padiglione avrà pareti alte 12 metri che ripropongono la sabbia increspata ed un falaj (corso d’acqua) digitale lungo 75 metri. Lungo tutto il percorso saranno allestiti oggetti, che interagiscano con il visitatore grazie ad un tablet che sarà consegnato all’ingresso, e che racconteranno il rapporto che lega acqua cibo ed energia. Il visitatore avrà la sensazione di vivere un viaggio nel quale racconti, degustazioni e presentazioni culinarie, esperienze interattive e di realtà aumentata  lo accompagneranno nella scoperta degli Emirati Arabi.

Interessante il padiglione del Bahrain, con i 2.000 metri quadrati a disposizione, renderà omaggio alla propria storia agraria e al proprio patrimonio culturale, proponendo 10 frutteti disitinti, che nell’ arco del semestre dell’ expo produrranno i loro frutti.

La Cina, invece, avrà tre padiglioni che proporranno i temi della gratitudine, del rispetto e della cooperazione del popolo.  L’intendo è ricordare la filosofia cinese secondo la quale “l’uomo è parte integrante della natura” ed, illustrando le tradizioni e i processi nel campo dell’ agricoltura, auspicare la prospettiva per un futuro nel quale grazie ad un uso razionale delle risorse si possa assicurare cibo buono e salutare a sufficienza che consenta la vita a tutti.

Questi sono solo alcuni esempi;  non ci resta che aspettare l’apertura dell’esposizione per conoscere tutte le curiosità che ogni padiglione avrà da offrirci, certi che ognuno di essi sarà una sorpresa da scoprire.

 

 

 

Anello, cornice, spirale: i 5 progetti che Dubai inaugurerà nel 2015

Posted by on mar 16, 2015 in News | 0 comments

Nel corso di quest’anno Dubai inaugurerà cinque nuovi progetti architettonici che hanno dell’ incredibile: una grande cornice alta 150 metri che sorgerà in mezzo alla nazione, la biblioteca dedicata allo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum costruita a forma di libro aperto; una gicantesca conchiglia invece, ospiterà il centro visitatori della riserva naturale di Ras al Khor. Infine entro il 2015 verranno inaugurati un nuovo parco safari grande più di 120 ettari e il nuovo “Museo del Futuro” che sorgerà su una collina vicino al Burj Khalifa ed avrà la forma di un gigantesco anello futuristico.

Certo non saranno opere mastodontiche come il grattacielo o l’ isola artificiale più grandi al mondo, ma sicuramente di grande effetto scenografico e di indubbia eccentricità, caratteristica che sempre contraddistingue la città di Dubai.

Per vedere le immagini di questi progetti segnaliamo la Gallery fotografica del Corriere della Sera.

Arab Health 2015

Posted by on feb 9, 2015 in News | 0 comments

Dal 26 al 29 gennaio 2015 Dubai ha ospitato la fiera internazionale del settore medicale Arab Health .Si tratta di una delle più importanti esposizioni che riunisce tutte le aziende produttrici del settore sanitario.

La fiera si è svolta al Dubai International Convention & Exhibition Centre ed è stata suddivisa in quattro aree distinte: Laboratorio medico & Strumenti, servizi Ospedalieri & Assistenza Medica, Prodotti Farmaceutici Internazionali, Apparecchiature e servizi di Riabilitazione e Fisioterapia.

Alta l’affluenza dei visitatori, circa 93.000, che hanno avuto modo di scoprire le più moderne apparecchiature medicali, conoscere i nuovi servizi medici ospedalieri offerti e confrontarsi con esperti provenienti da tutto il mondo sulle tematiche del settore sanitario.

Hanno avuto inoltre, l’opportunità di partecipare a workshop ed a numerose conferenze su vari argomenti di carattere medico clinico riguardanti i settori della pediatria, dell’ortopedia e radiologia, della chirurgia e dell’ urologia, e su argomenti riguardanti le più comuni patologie come il diabete, l’ ipertensione, malattie cardiovascolari e disturbi respiratori.

Una fiera di grande successo dunque, che ha ospitato 4000 espositori, suddivisi nei  40 padiglioni, tra i quali quelli nuovi del Barhein, Indonesia, Russia e Thailandia. L’Italia ha presenziato con circa 230 aziende.

Erasmus per giovani imprenditori

Posted by on dic 12, 2014 in News | 0 comments

Se sei un giovane imprenditore con un progetto concreto da realizzare o se hai avviato una tua attività da non più di tre anni, puoi partecipare al programma “Erasmus per giovani imprenditori” .

La Commisione Europea ha infatti messo a disposizione dei fondi finanziari per la mobilità dei giovani imprenditori che avranno la possibilità di esser ospitati, da uno a sei mesi, presso imprenditori già affermati  con i quali collaborare.

Il giovane imprenditore avrà la possibilità di lavorare presso realtà affermate ed acquisire le competenze necessarie per gestire una piccola e media impresa; potrà , quindi, conoscere i nuovi mercati europei o intraprendere nuove collaborazioni  con partner stranieri.

Per avere ulteriori informazioni o se si desidera candidarsi al progetto visitate il sito www.erasmus-entrepreneurs.eu

 

Made in Italy: eccellenze in digitale

Posted by on dic 12, 2014 in News | 0 comments

Google, Unioncamere, Fondazione Symbola e Università Ca’ Foscari hanno creato un progetto destinato ad aiutare le aziende italiane che vogliono esportare all’ estero e pianificare una strategia di internazionalizzazione.

Il progetto” Made in Italy: eccellenze in digitale” mira ad utilizzare il web e le tecnologie digitali per aumentare la visibilità delle imprese e far conoscere il made in Italy all’estero.

Visitando il sito www.eccellenzeindigitale.it è possibile quindi utilizzare gratuitamente degli strumenti che permettono alle aziende di capire quali sono i mercati più adatti ai propri prodotti e sviluppare una vera e propria strategia d’export, è possibile inoltre seguire un percorso formativo con dei veri e propri tutorial di imprenditori che con la loro testimonianza portano esempi di successo.

 

 

Il trionfo dell’Italia al “The Big5″ a Dubai

Posted by on nov 26, 2014 in News | 0 comments

Si è svolta in questi giorni “The Big5”, la fiera internazionale dell’edilizia che si svolge annualmente a Dubai.

Quest’anno l’Italia trionfa con la sua partecipazione: con oltre 400 aziende espositrici (raddoppiate rispetto al 2012) ha rappresentato una tra le nazioni maggiormente presenti alla fiera che, grazie ai suoi operatori, si è fatta notare per le eccellenze manifatturiere esponendo arredamenti, luci, serramenti, materiali edili come marmo, pietra e ceramiche.

Presente alla fiera Giorgio Starace, l’ambasciatore italiano negli Emirati Arabi, che ha evidenziato come gli Emirati siano per l’Italia il primo partner commerciale nel Mena (Medio Oriente e Nord Africa): solo nel 2013 le interazioni commerciali tra i due paesi hanno raggiunto i sette miliardi di euro.

Starace ha inoltre sottolineato come l’ Italia è destinata a rafforzare la sua presenza nel territorio grazie alla nascita di joint-venture e partnership strategiche che porteranno ad una ulteriore crescita nel mercato arabo.